12.

Perché ho bisogno di una landing page?

Per capire i perché della necessità di una landing page dobbiamo capire cosa sono e a cosa servano.

Che cosa sono le landing page?

Con il termine landing page, nel mondo del marketing e dell’advertising, intendiamo un tipo di pagina specifica e diversa rispetto a tutte le altre pagine del nostro sito progettata e realizzata con lo scopo di raggiungere un singolo obiettivo preciso definito conversione. Le landing page che troviamo tutti i giorni navigando sul web, infatti, non hanno un menu di navigazione ne link che rimandano a pagine esterne. Questo, infatti, perché le landing page vogliono offrire una sola singola azione all’utente che le visita, magari ripetuta, ma pur sempre univoca per poter raggiungere l’obiettivo prefissato.

Quanti tipi di landing page esistono?

Generalmente le landing page nascono per offrire un unico servizio od un prodotto specifico ai nostri utenti. Infatti queste possono servire a stimolare la vendita di un prodotto o un servizio, all’effettiva vendita stessa di uno dei due, alla diffusione globale (o locale) di un brand e, talvolta, vengono costruite con un aspetto simile a quello di un mini sito web.

Queste tipo di landing page, anche dette Click Through Landing Page nascono per fornire all’utente il più alto numero d’informazioni su di un prodotto specifico o su di un servizio. Il loro scopo è di invogliare il cliente all’acquisto e di portarlo poi così sulla pagina d’acquisto vera e propria.
Una Click Through Landing Page efficace deve quindi riuscire a ridurre al minimo tutti i possibili dubbi dell’utente e far si che l’utente passi alla fase successiva dell’acquisto.
Questo tipo di landing, spesso, ci aiuta a capire (e quindi segmentare) quanti utenti siano caldi (quindi già pronti all’acquisto) e quanti invece siano solo curiosi ma non abbiano ancora intenzione di procedere con il passaggio successivo. Ci servirà a fare delle stime e a rivedere, eventualmente, i nostri obiettivi di mercato.

Le landing page pensate per vendere un prodotto o un servizio le riconoscerete subito perché sono piene di testo, foto, informazioni tecniche, video e possibilmente anche Social Proof (quindi testimonianze) di chi ha già acquistato. L’unico scopo di questa tipologia di landing, infatti, è di vendere.

Queste landing page sono molto più facili da strutturare ma anche più difficili da imbastire. Il loro contenuto mira ad un obiettivo specifico: far si che gli utenti condividano i contenuti (citazioni, foto, video, infografiche, simulatori, ecc) tramite i social network. Questa è una delle tante tecniche per segmentare al meglio il proprio bacino di utenti creando campagne di advertising mirate ai propri target. “È la dura legge del Tweet”..più sei condiviso, più si diffonderà il tuo nome.

Quali sono gli elementi principali di una landing page?

Sono 5 gli elementi principali di una landing page. Seppur non ci sia un modo perfetto per costruirla bensì c’è sempre un modo giusto su come migliorarla, questi 5 elementi ti aiuteranno nella sua impaginazione: Unique Selling Proposition (USP), un’immagine o un video del prodotto/servizio, una lista dei benefici che il prodotto/servizio ti porterà ad avere, le famose testimonianze citate in precedenza (Social Proof) ed infine, ovviamente, la più che scontata Call-To-Action (CTA) che sarà lei a portare in rete il nostro pallone.

La Unique Selling Proposition rappresenta la ragione principale che rende un prodotto o servizio differente e migliore rispetto a quelli concorrenti. Quindi una frase che racchiuda un concetto per il quale l’utente dovrebbe trasformarsi in cliente. Per verificare che una USP sia sufficientemente chiara si utilizzano diversi strumenti, uno tra questi è il test dei 5 secondi.
Riusciamo in questi 5 secondi a far capire al nostro utente quale sia la ragione per cui il nostro prodotto/servizio sia migliore di quelli concorrenti? Prova a fare il test: Five Second Test!

Per far si che la nostra sia una landing page di successo occorre scegliere con attenzione le immagini. Questa deve poter rappresentare il nostro prodotto/servizio molto chiaramente. Soprattutto nel caso dei prodotti è necessario che l’immagine o il video siano al 100% rappresentativi. E se fossero solo delle immagini d’esempio? E se fosse che a Pietro non arrivasse il frullatore rosso ma verde? Questo ovviamente non va bene. Soprattutto se al frullatore di Pietro dovesse mancare l’elemento che aveva visto in quella foto ma che in realtà non c’è.

Stipulare una buona lista di benefici del nostro prodotto/servizio sembra abbastanza semplice come lavoro, invece è molto importante descrivere con cura ogni singolo aspetto che riteniamo possa essere un beneficio che il nostro prodotto/servizio abbia.
Dobbiamo evitare testi troppo lunghi, bisogna essere chiari e concisi.
Le parole da utilizzare devono essere semplici per far si che tutti possano capire quali siano gli effettivi benefici.
Creiamo un elenco puntato, mettiamo in risalto i vantaggi del nostro prodotto ma minimizziamo anche i possibili dubbi da parte del nostro utente.
I benefici non sono solo “quello che il mio prodotto ha in più del tuo” ma una vera e propria lista che genera emozione e invoglia il nostro utente all’acquisto.

Quale strumento migliore se non le testimonianze? Avere testimonianze vere e reali di chi ha gli acquistato il vostro prodotto o ha provato il vostro servizio è uno strumento sicuramente vincente! Lasciate che il vostro prodotto si faccia “umano” e venga valutato per quello che effettivamente è. Essere i migliori vuol dire anche sapersi migliorare in base alle esigenze dei propri clienti! Se il vostro prodotto è davvero il migliore sul mercato non avrete bisogno di altro se non di chiedere ai vostri clienti di testimoniarne la funzionalità ed i benefici che, effettivamente, questo porta.
Non inventate testimonianze, fate provare ai vostri amici il vostro prodotto e lasciate che siano loro a condividere con i loro contatti il vostro prodotto!

L’obiettivo della vostra strategia è far si che gli utenti clicchino sulla vostra CTA (Call-To-Action) o anche chiamata “invito ad azione“. Questo invito ad azione è una conversione dell’utente a possibile cliente. Questa potrebbe essere impostata con l’acquisto di un prodotto, l’iscrizione ad una newsletter, l’invio di una richiesta di preventivo, la registrazione ad un evento o qualsiasi altra azione che vogliamo far compiere al visitatore della nostra landing page.
La CTA è a tutti gli effetti l’unico elemento della nostra landing con il quale vogliamo che il nostro utente interagisca. È quindi fondamentale utilizzare il giusto tono, il testo accattivante e non insistente, breve, interessante, ecc. Insomma, di strategie per questa CTA ce ne sono davvero tante! Basta conoscere i propri obiettivi, il proprio pubblico e bisogna non aver paura di sbagliare. Si può sempre migliorare!

Il modello A.I.D.A.

Giunti alla fine di questo articolo ci soffermiamo solo per un istante su quello che è conosciuto come “Modello A.I.D.A.” questo è fondamentale per strutturare al meglio la nostra landing page ma è anche difficile da poter impostare al primo colpo in maniera perfetta. Ricordiamo che le landing page hanno bisogno di continui aggiornamenti e manutenzione. Cambiare la propria landing page in base alle analisi di questa non è assolutamente una potenziale sconfitta bensì una possibilità di miglioramento per il raggiungimento del proprio traguardo!

In base al Modello A.I.D.A. in una landing page è necessario:

In questo articolo ti spiego come funzionano le landing page e ti aiuto a rispondere alla domanda: "Perché ho bisogno di una landing page?" | Milano Roma Varese Lugano

Catturare l’ATTENZIONE degli utenti in maniera originale e professionale

In questo articolo ti spiego come funzionano le landing page e ti aiuto a rispondere alla domanda: "Perché ho bisogno di una landing page?" | Milano Roma Varese Lugano

Fare in modo che si INTERESSINO al tuo prodotto/servizio

In questo articolo ti spiego come funzionano le landing page e ti aiuto a rispondere alla domanda: "Perché ho bisogno di una landing page?" | Milano Roma Varese Lugano

Far accrescere il DESIDERIO di acquisto/di condivisione da parte dei tuoi utenti

In questo articolo ti spiego come funzionano le landing page e ti aiuto a rispondere alla domanda: "Perché ho bisogno di una landing page?" | Milano Roma Varese Lugano

Facilitare l’AZIONE dell’utente convertendolo in cliente

Tirando le somme: perché ho bisogno di una landing page?

Si, avete già un sito. Si, il sito, se tenuto sempre aggiornato, porta via tempo e risorse: perché dovreste avere bisogno anche di una o più landing page? Differentemente dal sito o dai social network, le landing page, sono strumenti estremamente specifici per obiettivi altrettanto specifici. Una landing page è utile per segmentare e studiare i tuoi target, è fondamentale per ottenere conversioni (qualsiasi esse siano) e raccogliere nuovi potenziali clienti!

Ma non esistono solo le landing page per ottenere conversioni!

Infatti, per questo obiettivo, esistono anche le squeeze page! Che cosa sono?

In questo articolo ti spiego come funzionano le landing page e ti aiuto a rispondere alla domanda: "Perché ho bisogno di una landing page?" | Milano Roma Varese Lugano